Seguici    
Accedi
 

UMBERTO CURI: LA POLITICA E LA GUERRA - PARTE PRIMA

Umberto Curi, professore ordinario di storia della filosofia moderna e contemporanea all`Università di Padova, tenta di spiegare la definizione clausewitziana della guerra come "continuazione della politica con altri mezzi", ripresa nel nostro secolo dal filosofo tedesco Carl Schmitt, il quale coglie un legame ancora più stretto tra guerra e politica, facendo della prima l`essenza o il presupposto della seconda.
Benché la politica, intesa come spazio razionale per la soluzione pacifica dei conflitti, sembri avere caratteri opposti rispetto alla guerra, non c`è orientamento speculativo di rilievo nella filosofia occidentale che non abbia pensato la necessità del loro rapporto. Lo stesso Platone, nel Protagora, ricorda che nella lingua greca esiste una radice etimologica - pol - comune ai termini “città” (polis), “politica” (politikè tèchne) e “guerra” (pòlemos), che impone di pensarli congiuntamente.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo