Seguici    
Accedi
 

Umberto Curi. L`estetica di Theodor Adorno

Umberto Curi, professore emerito di Storia della filosofia presso l’Università di Padova e docente presso l’Università “Vita e salute” San Raffaele di Milano, intervistato al Festival della Filosofia di Modena 2017, “Le forme del creare”, parla dell’estetica di Theodor Adorno (Francoforte sul Meno 1903 - Visp, Vallese , 1969) e in particolare del rapporto, che il filosofo tedesco aveva stabilito, tra produzione artistica e capitalismo, un’analisi che è stata precocemente archiviata, come espressione di una crisi del marxismo. Secondo Curi invece alcune acquisizioni adorniane stiano dimostrando proprio oggi la loro validità, come ad esempio le riflessioni sulla pubblicità, sulla radio, sulla funzione della televisione o sull’uso delle opere cinematografiche.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo