Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

VIAGGIO NEL DESERTO. FESTE E TRADIZIONI EBRAICHE

Il deserto, luogo di perdizione assoluta ma anche di assoluta libertà, dove non ci sono confini e lo sguardo può spaziare verso l’infinito, il deserto, luogo fisico e luogo simbolico. Gli ebrei vi giunsero dopo quarant’anni, come ultima tappa del processo che doveva renderli un popolo libero. Per ricordare questo viaggio celebrano la Pasqua, Pesach, che significa passare oltre, passaggio dalla schiavitù alla libertà. Il senso di un lungo e faticoso viaggio viene rinnovato durante la festività e il pane azzimo ne è il simbolo: si racconta infatti che il popolo ebreo per la fretta della fuga non fece in tempo a far lievitare il pane. I festeggiamenti del Pesach prevedono le letture del libro “accadah” per tramandare la storia ai bambini, le pulizie della casa eliminando qualsiasi residuo di cibo lievitato e di polvere, un gesto che viene vissuto come azione simbolica di purificazione, ed infine la degustazione di vino kosher, per ricordare le gioia e la letizia della liberazione.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo