Seguici    
Accedi
 

VICO MAGISTRETTI E MARIO BELLINI: ARCHITETTI E DESIGNER ITALIANI. LEZIONI DI DESIGN

Tema dell`unità è l` age d`or del design italiano, ossia il periodo che dagli anni Cinquanta vede nascere, spesso per iniziativa di singoli imprenditori, quelli che diventeranno i più grandi nomi del design industriale e oggettistico del nostro Paese, poi divenuti famosi in tutto il mondo. Una esaustiva scheda storica traccia le linee principali di questo percorso, sottolineando come la nascita di nuove linee progettuali venisse dalle migliorate condizioni di vita della società italiana. Ugo Gregoretti ospita due protagonisti di questo eccezionale periodo: Vico Magistretti e Mario Bellini. Di entrambi viene proposta una piccola monografia, partendo dal luogo in cui lavorano e con la testimonianza di alcuni collaboratori, per continuare con un`intervista in studio con Gregoretti. Nello studio di Magistretti, situato proprio nel centro di Milano, si lavora ancora come una volta: non si usa il computer, ma tecnigrafo e squadre, adottando un criterio ancora artigianale dell`industrial design. Nello studio di architettura e industrial design di Mario Bellini, invece, si lavora su carta ma anche con le nuove tecnologie. Bellini parla dei suoi inizi alla Olivetti, per la quale progettò la famosa Divisum 18, un calcolatore portatile con tastiera in gomma che è stato il progenitore di tutte le tastiere elettroniche prodotte da allora.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo