Seguici    
Accedi
 

Videocittà, ritorna il Festival della Visione

 

"Promettiamo un’attenzione particolare ai mestieri dell’audiovisivo perché i nostri giovani tecnici e creativi non debbano più spendere all’estero i loro talenti." Parola di Francesco Rutelli, presidente dell’Anica (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali) e ideatore di Videocittà, la manifestazione romana dedicata al vasto mondo delle immagini in movimento, nata con l’obiettivo concreto di favorire il dialogo tra la componente industriale e produttiva e le forze creative di un settore che ormai allarga i suoi confini dall’audiovisivo fino al web, alla realtà virtuale, alle arti visive, al video mapping.

Anche nel 2019, a partire dal 20 settembre, “il Festival della Visione”, al suo secondo anno di vita, andrà a caccia delle novità del settore e insieme promuoverà la complessa filiera produttiva e occupazionale legata all’audiovisivo. Protagonista anche la città di Roma, non più solo splendido set dell'effimero, ma una capitale capace anche di guardare al futuro con concretezza e spirito fattivo. Molte le location scelte per gli eventi del festival: dal MAXXI all’Auditorium Parco della Musica, alle gallerie d’arte fino all’area riqualificata delle ex caserme di via Guido Reni, eletto quartier generale della manifestazione.

Per coinvolgere un pubblico vasto ed eterogeneo (180.000 partecipanti nella I Edizione), in calendario eventi, proiezioni, live performance, talk e intrattenimento, visioni dal mondo dell’arte e molto altro. Non a caso Videocittà è gemellato con la Festa del Cinema di Roma e con il MIA (Mercato Internazionale dell’Audiovisivo): la coincidenza temporale dei tre eventi rafforza il concetto: "Dobbiamo uscire dalla dinamica che colloca il cinema e l’audiovisivo nel passato - ha detto l'ex sindaco di Roma - non possiamo solo continuare a guardare alla Hollywood sul Tevere, dobbiamo rivolgere lo sguardo al futuro. Sono legato e ho il massimo rispetto per la tradizione, ma oggi ci sono nuove realtà"

La Rai, anche nel 2019, è main media & content partner del Festival a conferma della sua vocazione di azienda in continua evoluzione. Progetti specifici saranno presentati, tra gli altri, da Rai Storia, Rai Teche e Rai Fiction mentre Rai Ragazzi si è impegnata nella creazione di un contest di animazione diretto ai più giovani, finalizzato alla creazione di uno spot animato su una tematica sociale. 

Consulta il sito di VIDEOCITTA'

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo