Seguici    
Accedi
 

VINCENZO CARDARELLI. IL TESORO DELLA POESIA ITALIANA

Guido Davico Bonino percorre brevemente le tappe della carriera giornalistica di Vincenzo Cardarelli (Tarquinia 1887-Roma 1959): correttore di bozze prima, redattore poi a l`"Avanti!", tra i fondatori della "Ronda", vive, modestamente, di saltuarie collaborazioni su varie riviste. Nel 1936 esce "Poesie", a cui Cardarelli lavora dal 1909; la raccolta, ampliata nel `42, nel `44 e nel `49 racchiude una lirica che rifugge gli eccessi e predilige quell`esattezza necessaria a fare dell`autore un "magnifico poeta del tempo". Sono frequenti, infatti, le descrizioni spazio-temporali di stagioni e mesi, interpretabili come allegorie o "ritratti morali" (Contini). Luciano Virgilio legge "Sera di Gavinana", "Febbraio", "Sera di Liguria", Estiva", "Settembre a Venezia", Autunno", "Alla Morte".

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo