Seguici    
Accedi
 

Visioni d’Egitto: "Il Nilo a Pompei" una mostra itinerante da Torino alla Campania

 Visioni d’Egitto: Il Nilo a Pompei una mostra itinerante da Torino alla Campania

È stata inaugurata a Torino dal nuovo Museo Egizio, ad un anno dalla sua riapertura ufficiale, la mostra Il Nilo a Pompei. Visioni d’Egitto nel mondo romano.

Il progetto si chiama “Egitto Pompei” e l’obiettivo degli organizzatori è quello di raccontare le tappe della diffusione culturale della civiltà egiziana in Occidente e in Italia

L’esposizione è stata curata da Alessia Fassone, Christian Greco e Federico Poole con la collaborazione di Eva Mol ed è stata allestita nei nuovi spazi dedicati a Khaled Al-Asaad, il direttore del sito archeologico di Palmira trucidato dall’Isis.
Il visitatore si muove su un pavimento-mappa che riproduce il percorso del Grande Nilo ed attraversa le nuove stanze (riprogettate dall’architetto Lorenzo Greppi) che cambiano colore dal blu egizio al rosso pompeiano

La presidente del Museo Egizio, Evelina Christillin ha evidenziato il valore della «collaborazione fra tre eccellenze come il Museo Egizio, la Soprintendenza di Pompei e il Museo Archeologico di Napoli», mentre il direttore, Christian Greco ha sottolineato come «questa mostra vuole contribuire a svecchiare quella nostra idea di una cultura egizia immobile e immutabile».

Nove sezioni, dedicate anche ai siti archeologici di Pozzuoli, Cuma e Benevento, propongono opere esposte a Torino per la prima volta, come gli affreschi del tempio di Iside a Pompei o della Casa del Bracciale d’Oro, sfingi egiziane, ma anche greche.

Le prossime tappe del progetto saranno a Pompei, nella Palestra Grande, il prossimo 16 aprile, con l’esposizione di sette monumentali statue del Museo Egizio e successivamente il 28 giugno all’Archeologico di Napoli.
 

Tags

Condividi questo articolo