Seguici    
Accedi
 

WILHELM FURTWÄNGLER: LA VITA FINO ALLA SECONDA GUERRA MONDIALE

L`unità racconta le prime tappe della vita e della carriera del compositore e direttore d`orchestra Wilhelm Furtwängler (Berlino, 1886-1954).
Da giovane la sua sensibilità artistica è influenzata sia dal padre che dalla madre, pittrice. È grazie ai genitori che da piccolo può ammirare gli scavi dell`antica Grecia e l’arte italiana; esperienze, queste, che condizioneranno anche il suo modo di interpretare la musica.
A soli 36 anni diventa direttore stabile dei Filarmonici di Berlino, a 41 anche dei Filarmonici di Vienna e, nel 1931, direttore artistico del Festival di Bayreuth. Con l`avvento del nazismo, nel 1933, molti uomini di cultura decidono di emigrare dalla Germania. Furtwängler rimane, nonostante l`avversione all`ideologia e i dissapori con Hitler, per continuare a fare musica e difenderla dalle intromissioni della politica.
In seguito a contrasti con il potere nazista, si dimette da tutti gli incarichi pubblici; solo le abili manovre di Joseph Goebbels, braccio destro del führer, gli consentono di continuare a dirigere come direttore ospite.
Nell`unità, la storia di Furtwängler è inframmezzata da brani filmati di concerti da lui diretti, d’immenso valore storico, tratti dalla Quarta Sinfonia di Brahms (Londra, 1948), e da I Maestri Cantori di Norimberga di Wagner, diretto a Berlino, in uno stabilimento operaio, nel 1937.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo