Seguici    
Accedi
 

ZOLFO E ACIDO SOLFORICO: ALCUNE REAZIONI CHIMICHE

Questa serie di unità audiovisive, realizzata da Rai Educational in coproduzione con l’UER (Unione Europea di Radiotelevisione), affronta i grandi argomenti delle scienze fisiche, chimiche, biologiche e matematiche con un linguaggio rigoroso e nello stesso tempo divulgativo.
Tema dell’unità è lo zolfo e alcune delle sue reazioni chimiche. Lo zolfo viene estratto dalla crosta terrestre. Come documentano le immagini, quando viene riscaldato, si scioglie e forma un liquido giallo e scorrevole, che poi si scurisce divenendo più vischioso. Brucia facilmente all’aria con produzione di diossido di zolfo (o anidride solforosa), che è il punto di partenza per produrre l’acido solforico.
Lo zolfo liquido arriva nelle fabbriche in immensi contenitori e viene bruciato in una fornace. Il diossido di zolfo viene avviato verso un convertitore, dove, reagendo con altro ossigeno, diventa triossido di zolfo. Ma, se la temperatura aumenta ulteriormente, tende a rompersi di nuovo in diossido e ossigeno. È quindi importante mantenere costante la temperatura. Infine, il triossido di zolfo, reagendo con l’acqua, produce l’acido solforico, uno dei prodotti più importanti dell’industria chimica.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo