Seguici    
Accedi
 

Dispersione scolastica

Dispersione scolastica

La dispersione scolastica è uno dei fenomeni più complessi e preoccupanti non solo del nostro paese ma anche sul piano europeo e mondiale. La dispersione non si identifica semplicemente con l’abbandono, ma può essere definita come un insieme di fattori che modificano il regolare svolgimento del percorso di studi di un ragazzo fino a determinarne un’uscita anticipata dal sistema scolastico.

L’indicatore che viene utilizzato per dar conto del fenomeno della dispersione in ambito europeo è quello degli "early school leavers", definito come la quota di giovani fra i 18 e i 24 anni che hanno conseguito un titolo di studio al massimo di scuola secondaria di primo grado e che non partecipano ad alcuna attività di educazione/formazione.

Dispersione scolastica: i processi orientativi

Dispersione scolastica: i processi orientativi

Il sottosegretario all’Istruzione Marco Rossi Doria sottolinea l’importanza dei processi orientativi e riorientativi, come anche del cosiddetto “scaffolding“, ossia di un sistema di sostegno per le famiglie, per le scuole che si trovano in territori difficili e per i singoli ragazzi.

Leggi tutto

Dispersione scolastica: identikit dei "dispersi"

Dispersione scolastica: identikit dei dispersi

Il sottosegretario all’Istruzione Marco Rossi Doria parla del fenomeno della dispersione scolastica tratteggiando l’identikit dei “dispersi” (Early School Leavers, come si chiamano in Europa), ovvero dei ragazzi entro i 24 anni che non hanno terminato un percorso di studi e/o di formazione.

Leggi tutto