Seguici    
Accedi
 

Viva Arte Viva - Biennale Venezia 2017

Viva Arte Viva - Biennale Venezia 2017

La 57ma della Biennale di Venezia, esposizione Internazionale d’Arte curata da Christine Macel, vede la partecipazione di 87 nazioni, includendo per la prima volta Antigua e Barbuda, Kiribati, Nigeria e Kazakistan.

Christine Macel ha ideato un percorso espositivo che si sviluppa intorno a nove capitoli o famiglie di artisti, con due primi universi nel Padiglione Centrale ai Giardini e sette altri universi che si snodano dall'Arsenale fino al Giardino delle Vergini. 120 sono gli artisti partecipanti, 103 sono presenti per la prima volta nella Mostra Internazionale.

“L'arte di oggi”, secondo la curatrice, “di fronte ai conflitti e ai sussulti del mondo, testimonia la parte più preziosa dell'umanità, in un momento in cui l'umanesimo è messo in pericolo. Essa è il luogo per eccellenza della riflessione, dell'espressione individuale e della libertà, così come degli interrogativi fondamentali. L'arte è l'ultimo baluardo, un giardino da coltivare al di là delle mode e degli interessi specifici e rappresenta anche un'alternativa all'individualismo e all'indifferenza.»


«Più che mai, il ruolo, la voce e la responsabilità dell'artista appaiono dunque cruciali nell’insieme dei dibattiti contemporanei. È grazie alle individualità che si disegna il mondo di domani, un mondo dai contorni incerti, di cui gli artisti meglio degli altri intuiscono la direzione.»


«VIVA ARTE VIVA è così un'esclamazione, un'espressione della passione per l'arte e per la figura dell'artista. VIVA ARTE VIVA è una Biennale con gli artisti, degli artisti e per gli artisti.”

RAI ARTE ha incontrato la curatrice francese Christine Macel, la curatrice del Padiglione Italia Cecilia Alemano e numerosi artisti, tra i quali Edi Rama, Vadim Fishkin, Tracey Moffatt, Giogio Andreotta Calò, Michele Ciacciofera.

L`arte alternativa di Adelita Husni-Bey

L`arte alternativa di Adelita Husni-Bey

“Guardare oltre il muro dell’Accademia e produrre qualcosa che abbia un valore oltre ad essere un oggetto estetico”: l’arte per immaginare alternative sociali. Da queste premesse prende vita il lavoro della giovane artista italo-libica, Adelita Husni-Bey, da sempre interessata alla sociologia, all’antropologia, ...

Leggi tutto

Dal local a global con Taus Makhacheva

Dal local a global con Taus Makhacheva

L’eden artistico per Taus Makhacheva è il suo paese d’origine, il Daghestan. Nel suo video Carpet del 2006, l’artista si avvolge nella sua cultura, avviluppandosi letteralmente dentro un tappeto kilim, tipico delle regioni del Caucaso. I paesaggi del Daghestan diventano spunti geografici per molti ...

Leggi tutto

Giorgio Andreotta Calò. L`elogio della lentezza

Giorgio Andreotta Calò. L`elogio della lentezza

Invitato alla Biennale di Venezia nel 2011, Giorgio Andreotta Calò era giunto a piedi da Amsterdam alla città dove è nato nel 1979, per lasciare un poetico messaggio audio nel giardino di Carlo Scarpa. Poche parole sul tema dell’attesa, il ritorno, la circolarità del tempo. L’elogio della lentezza e ...

Leggi tutto

Michele Ciacciofera. I fili della memoria

Michele Ciacciofera. I fili della memoria

Colleziona fossili che integra nella pratica artistica, incide nelle ceramiche i segni rupestri propri delle civiltà neolitiche, predilige materiali naturali e complessi come i favi delle api, scolpisce pietre, legni e plasma qualsiasi oggetto, o suono, che sia anche un registratore di vissuto. “Per ...

Leggi tutto

Salvatore Arancio. Sotto il vulcano

Salvatore Arancio. Sotto il vulcano

Scienza e natura, luogo di venerazione, spazio in cui l’uomo raggiunge stati di meditazione e trance. Una ricerca che si muove agile tra scultura, fotografia, collage, video. L’universo espressivo di Salvatore Arancio, nato e cresciuto a Catania, nei pressi di un vulcano, londinese d’adozione, conserva ...

Leggi tutto