Seguici    
Accedi
 

XXIV Giornata della memoria e dell`impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

XXIV Giornata della memoria e dell`impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

In occasione dell'edizione 2019 della Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, il portale di Rai Scuola vi propone questo speciale che, con una serie di documenti filmati, ripercorre il lungo e doloroso elenco delle morti per mafia nel nostro Paese, dagli anni Sessanta, con la prima guerra degli apparati dello Stato alle cosche, fino agli spaventosi attentati della seconda metà del 1990 e alla morte dei magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino in quella che è stata definita "l'ultima stagione", la più cruenta, delle stragi di mafia. 

Nata nel 1996 per volontà del MIUR, in collaborazione con l’associazione ‘Libera’ e rivolta anzitutto alle scuole di ogni ordine e grado, la Giornata si svolge ogni anno in una città diversa. Quest'anno, per la XXIV edizione, sarà Padova ad ospitare l'avvenimento centrale della giornata ma, simultaneamente, in migliaia di luoghi d’Italia, dell’Europa e dell’America Latina, verrà letta la lista dei nomi delle oltre 900  vittime, con momenti di riflessione e di approfondimento. La rete dell'associazione 'Libera', gli enti locali, le realtà del terzo settore, le scuole e tanti cittadini si stringeranno al dolore dei familiari per ricordare il loro sacrificio e per creare  una memoria responsabile e condivisa con la certezza che dal ricordo si possa generare nel presente l'impegno di tutti in nome della giustizia.

Il titolo di questa edizione, Passaggio a Nord-Est, rivela l'intento di porre l’attenzione sulle strategie criminali delle nuove mafie che operano nelle regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia e nelle province autonome di Trento e Bolzano. Lo speciale si apre con la nostra intervista a Francesca Rispoli, responsabile nazionale del settore Libera Formazione e coordinatrice delle attività che si svolgono nelle scuole e nelle università del Paese in occasione della Giornata del 21 marzo e con la storia dell'impegno sociale di Felice Piemontese, della Fondazione Falcone. 

Paolo Borsellino, l`ultima stagione

Paolo Borsellino, l`ultima stagione

Il pomeriggio del 23 maggio 1992 il giudice Giovanni Falcone muore in un attentato a Capaci insieme alla moglie Francesca Morvillo e agli uomini della sua scorta. Iniziano allora i 57 giorni più difficili del magistrato che più di altri ha condiviso con lui i successi e le difficoltà della stagione di ...

Leggi tutto

Ucciso Don Giuseppe Diana il sacerdote contro la camorra

Ucciso Don Giuseppe Diana il sacerdote contro la camorra

  Casal di Principe. Due killer uccidono, con 4 colpi di pistola, Don Giuseppe Diana, nella sacrestia della chiesa di San Nicola di Bari dove il parroco stava per celebrare la Messa. Era il 19 marzo 1994. Don Giuseppe si era fatto conoscere nella roccaforte dei Casalesi per il suo impegno contro la ...

Leggi tutto