Seguici    
Accedi
 
1948 - I pionieri della TV

1948 - I pionieri della TV

La nascita della televisione italiana: una sfida coraggiosa che inizia nel 1948. Il primo esperimento ha avuto luogo nella sede di Torino. Massimo Bernardini ci guida in un viaggio ...

Boris Giuliano, un commissario a Palermo

Boris Giuliano, un commissario a Palermo

Ucciso in un agguato mafioso ordinato da Leoluca Bagarella il 21 luglio 1979, il capo della squadra mobile di Palermo, Boris Giuliano, fu tra i primi a capire le trasformazioni criminali ...

Lezioni di mafia

Lezioni di mafia

Una serie in dodici puntate di Pietro Grasso, Giuseppe Giannotti e Davide Savelli, scritta con Alessandro Chiappetta e Aldo Pecora, per la regia di Graziano Conversano. Un progetto ...

Diario Civile - Giuseppe Fava e Peppino Impastato, voci libere contro la mafia

Diario Civile - Giuseppe Fava e Peppino Impastato, voci libere contro la mafia

Il 9 maggio 1978, mentre l’Italia è sotto choc per il ritrovamento a Roma del cadavere di Aldo Moro, a Cinisi, in Sicilia, Peppino Impastato muore, a 30 anni, dilaniato dall’esplosione ...

L`Italia della Repubblica - La lotta alla mafia

L`Italia della Repubblica - La lotta alla mafia

È il 1992 quando le stragi di Capaci e via d’Amelio fanno piombare il paese in un dramma che sembra senza uscita. Gli eccidi in cui perdono la vita Giovanni Falcone e la moglie Francesca ...

Seduto su una polveriera. La storia di Marcello Torre

Seduto su una polveriera. La storia di Marcello Torre

GIORNATA DELLE VITTIME DI MAFIA DIARIO CIVILE con un’introduzione del Procuratore Nazionale Antimafia, Franco Roberti presenta SEDUTO SU UNA POLVERIERA – Storia di Marcello Torre Di ...

Paolo Borsellino, l`ultima stagione

Paolo Borsellino, l`ultima stagione

Il pomeriggio del 23 maggio 1992 il giudice Giovanni Falcone muore in un attentato a Capaci insieme alla moglie Francesca Morvillo e agli uomini della sua scorta. Iniziano allora i ...

Diario Civile - Rosario Livatino, il ragazzo con la toga

Diario Civile - Rosario Livatino, il ragazzo con la toga

Classe 1952, originario di Canicattì, uomo mite e religioso, magistrato appassionato. Negli anni Ottanta, come giudice del tribunale di Agrigento, mette in ginocchio la “stidda”, applicando ...