Seguici    
Accedi
 

A Ruota libera

Approfondimenti. Il caschetto del ciclista.

IL CASCO PER CICLISTI

La regola ci dice che l’uso del casco, quando si circola in strada a bordo di una bicicletta, non è obbligatorio o per esser più precisi non esiste alcuna regola che in qualche modo ci dica qualcosa. Cosa fare allora! Applicare la regola del buon senso e infilarsi il casco. Quando si parla di casco, così come per quello usato dai motociclisti, si parla dello strumento di protezione per eccellenza della testa e quindi varrà la pena spendere utilmente un po’ di tempo per conoscerlo al meglio.

Un buon caschetto è spesso dotato di una piccola tesa che consente al ciclista di proteggersi da eventuali spruzzi d’acqua e di fango quando vengono percorse strade sterrate, ma una delle cose più importanti di cui tener conto è sicuramente l’omologazione. Che cos’è l’omologazione e come si riconosce un casco omologato!?

Innanzitutto omologare significa certificare, convalidare, approvare e dunque, un casco omologato non è altro che uno strumento sul quale sono state fatte delle prove meccaniche a seguito delle quali quel casco è stato dichiarato valido e quindi idoneo per essere venduto e sicuro da potere essere indossato. Per riconoscerne l’omologazione, all’acquirente sarà sufficiente dare uno sguardo all’interno dove un’etichetta incollata alla calotta in polistirolo, riporterà dati alfa-numerici che indicheranno il marchio di qualità del casco stesso.

Un casco sicuro ha senza dubbio nel sistema di sgancio del cinturino, uno dei suoi punti di forza. Deve essere di colore rosso, e quindi di facile individuazione, per favorire lo sgancio da parte di un potenziale soccorritore in caso di incidente e una volta agganciato, con le dita pollice e indice di entrambe le mani si afferra il nastro e si effettua un movimento di trazione ad uscire, per provare la resistenza del sistema di chiusura.

Ovviamente il cinturino non deve aprirsi. Per controllare che il casco sia ben allacciato, sarà sufficiente infilare il dito indice della propria mano tra il mento ed il sottogola del cinturino per controllare che vi entri precisamente, oppure, con il dito pollice, provare a togliersi il cinturino stesso dal mento senza ovviamente doverci riuscire.

In classe....

Le considerazioni di Matteo Vicino

L`esperto risponde

Le considerazioni di Matteo Vicino

L`esperto risponde

Guida Sicura

Lo sai che...?

Vita da vigile

Lo sai che...?

Promosso o Bocciato?

Tags

bicicletta|caschetto|caschetto ciclista|ciclista|sicurezza in bicicletta|testabicicletta caschetto caschetto ciclista ciclista sicurezza in bicicletta testa

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo