Seguici    
Accedi
 

Memex: Galileo

Claudia Bianchi. Troppe pieghe

 

Aprire un brochure 3x1 è un gioco da ragazzi. Richiuderla nello stesso modo anche, o quasi.
Aprire la scheda elettorale e richiuderla, un po’ meno. 
Aprire una mappa geografica e ritrovare la stessa piegatura, è un’operazione folle.

Non è colpa nostra. L’universo del pieghevole nasconde insidie inimmaginabili. Che dipendono prima di tutto dal numero dei fogli. 
Per una brochure a 3 ante, ci sono pieghe a fisarmonica e a portafoglio di 2 tipi e pieghe ad ante parallele di 4 tipi. Per un totale di solo 8 possibile soluzioni. (si possono mostrare con una brochure vera)
Se il numero di fogli sale a 4 o 5, le piegature possibili si combinano tra di loro. Con risultati interessanti, come la fisarmonica con portafogli o il portafoglio a ante parallele. 
Sì, ma che vuol dire?

Ogni piega ha due possibili soluzioni, una su una faccia e una sull’altra. A partire da queste si combinano tutte le altre pieghe. Così per una brochure a 4 fogli le possibili soluzioni sono 4!X2^4. Che tradotto vuole dire 384 pieghe possibili. Se raddoppiamo i fogli, le pieghe possibili diventano 8!X2^8, ovvero 10 milioni 321 mila 920. Il che significa 10 milioni 321 mila 919 possibilità di beccare quella sbagliata. 

L’unica è affidarsi al buon senso. Ricordarsi la piega iniziale e sperare che anche la carta tenga traccia e ci aiuti sulla strada del ritorno. 

Puntate integrali

Estratti

Tags

brochure|Claudia Bianchi|pieghevolibrochure Claudia Bianchi pieghevoli

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo