Seguici    
Accedi
 

Digital World

Donne e mondo scientifico nell`Italia del 1959. Il lavoro delle donne

L’audiovisivo propone un`inchiesta, condotta da Ugo Zatterin nel 1959, sull`occupazione femminile in Italia, facendo tappa in laboratori scientifici e di ricerca, studi d’ingegneria e ospedali.
Le donne possiedono le qualità necessarie a svolgere mansioni d’alta specializzazione, avendo, oltre alla competenza, anche spirito pratico, tuttavia, è molto difficile che riescano ad affermarsi, in quei settori dove le riserve nei confronti del "sesso debole" continuano ad essere più radicate.
Le intervistate rappresentano delle fortunate eccezioni, che hanno trovato la giusta collocazione, provenendo da facoltà come biologia, chimica, fisica, architettura, ingegneria o medicina.
Già all’epoca, il numero d’iscritte a queste facoltà era in continua crescita, ma nonostante questo, non era facile raggiungere i gradi più alti delle diverse carriere, né conciliare la realizzazione professionale con il ruolo domestico. La maggior parte delle donne che si erano dedicate a studi tecnici, infatti, optavano, dopo la laurea per l’insegnamento, al fine di dedicare un tempo maggiore alla vita in familiare. Il documentario raccoglie le testimonianze di chi ha aperto la strada alle donne, in un universo prettamente maschile.
Il filmato è tratto dalla serie di inchieste "La donna che Lavora" di Zatterin e Giovanni Salvi, sul mondo del lavoro delle donne. Il programma all`epoca della prima messa in onda, venne considerato eversivo dai vertici aziendali, ma Salvi e Zatterin riuscirono ad evitare la censura e l`inchiesta andò in onda.

Puntate integrali