Seguici    
Accedi
 

Digital World

Fabio Ciotti. Humanities for the People. Ruolo sociale delle scienze umane

"Il grande umanista è scomparso dal dibattito culturale". E' netta ed esplicita la constatazione del professor Fabio Ciotti, docente di Critica letteraria e letterature comparate all'Università di Roma Tor Vergata. "In generale si pensa che le scienze umane non servano a niente, e gli studenti vengono incoraggiati a prendere facoltà tecniche o scientifiche". Come ripensare quindi il ruolo sociale delle scienze umane? Come "giustificare" il fatto che ci sia, oggi, chi studia ancora i manoscritti? Una strada possibile è quella delle cosiddette "digital humanities", che integrano informazione e analisi e che possono aiutare in questo percorso, anche col coinvolgimento del corpo sociale, in maniera collaborativa, nella costruzione del sapere. Un esempio è quello che è accaduto con l'enorme corpus delle carte di Tolstoj, trascritte digitalmente in soli quattro anni con un grande coinvolgimento collettivo degli appassionati.

Puntate integrali

News

Creatività

Opinioni

Futuro

Learning

Vintage

Tags

digital humanities|Fabio Ciotti|scienze umanedigital humanities Fabio Ciotti scienze umane

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo