Seguici    
Accedi
 

Digital World

Galileo Galilei: Il moto accelerato uniforme. L`universo della meccanica

Nella serie di L'Universo della Meccanica si ripercorre la storia delle leggi della meccanica, dalle intuizioni di Galileo (Pisa 1564 - Arcetri 1642) alla teoria della relatività.

Nella prima parte dell’unità si riportano gli studi di Galileo sul moto dei gravi servendosi di una sfera che si muove lungo un piano inclinato. La sua teoria viene confrontata con quella di Leonardo Da Vinci (1452-1519): quest’ultimo aveva calcolato le distanze percorse in caduta dai corpi come proporzionali ai numeri interi, Galileo invece ai numeri dispari. Utilizzando poi l’esempio di una giostra in un luna park nell’unità si mostra come, confermando l’idea di Galileo, la distanza percorsa dalla cabina della giostra che cade dall’alto è proporzionale al quadrato del tempo.

Si definiscono la velocità media e la velocità istantanea. Si mostrano i passaggi per il calcolo del rapporto incrementale e si definisce la derivata. Si procede nello stesso modo per determinare l’accelerazione che risulta costante, definendo il moto accelerato uniforme.

L’unità termina con un una breve storia dell’invenzione del calcolo differenziale, contesa da Gottfried Leibnitz (1646-1716) e Isaac Newton (1642-1727).

Puntate integrali