Seguici    
Accedi
 

Memex: Galileo

Giovanni Maga. Aids

 

"A-i-di-esse" significa "sindrome da immunodeficienza acquisita". Un nome complicato che riassume due cose molto semplici. Immunodeficienza: le mie difese immunitarie non funzionano più. Acquisita: posso prendermi l'AIDS da un altro. L'AIDS infatti è infettivo: lo causa il virus HIV. Oltre 30 milioni di persone nel mondo sono infette. Oltre un milione si infettano ogni anno e altrettante, ogni anno, muoiono di AIDS. Un virus è un "pacchetto" di geni racchiuso in una scatola di proteine. Questa scatoletta nell'ambiente esterno è inerte, ma quando entra in una cellula ne prende il controllo e la fa diventare una fabbrica di nuovi virus. Come conseguenza la cellula muore.

Il virus HIV ha una marcia in più: "incolla" i suoi geni all'interno del DNA della cellula infetta. In questo modo può rimanere nascosto per tutta la vita della persona. Per questo dall'infezione di HIV non si guarisce più. Quando HIV ci infetta, non ce ne accorgiamo. I sintomi acuti sono di breve durata e spesso molto blandi: febbriciattola, diarrea, linfonodi ingrossati. Ma il virus inizia subito a distruggere un tipo speciale di globulo bianco: il linfocita T CD4. Senza queste cellule, le difese immunitarie crollano.

Per distruggerle HIV ci può mettere anche 10 o 20 anni, senza che noi ce ne accorgiamo. Come tutti i virus, anche HIV "muta", cioè cambia velocemente i sui geni. Dopo un anno dal virus originario che ci ha infettato si sono evolute oltre 50 sottospecie differenti. E il sistema immunitario ogni volta deve "reimparare" a conoscerle. Alla fine però, si arrende e senza più difese immunitarie, siamo preda di infezioni di altri batteri e virus. Siamo cioè ammalati di AIDS, che senza farmaci ci uccide. Sempre. Oggi non possiamo curare l'infezione, ma possiamo evitare di morire, grazie ai farmaci. Vanno presi per tutta la vita e garantiscono una sopravvivenza paragonabile alle persone sane. Ma la cura va iniziata prima di sviluppare l'AIDS. Evitare di infettarsi però è facile. In Europa HIV si trasmette principalmente con rapporti sessuali non protetti. Omo come etero, HIV non fa differenze. Usare il preservativo è la misura più efficace per evitare l'infezione. In Italia, 4000 persone ogni anno si infettano.

La maggior parte dei nuovi casi vengono diagnosticati quando il paziente sviluppa i primi sintomi dovuti all'immunodeficienza, quindi anche anni dopo essersi infettato. Circa 15000 persone oggi vivono nel nostro paese senza sapere di essere infette, contribuendo a diffondere il virus. Sapere di avere il virus può salvare loro la vita. Ed è facile: ce lo dice un test acquistabile in farmacia. Chi è sieropositivo (cioè ha contratto il virus) deve rivolgersi al medico e, quando sarà il momento, iniziare la terapia. Non aspettiamo a salvarci la vita.

Puntate integrali

Estratti

Tags

aids|Giovanni Maga|IGM CNR Paviaaids Giovanni Maga IGM CNR Pavia

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo