Seguici    
Accedi
 

Digital World

I cambiamenti economici:la globalizzazione. Capire l`economia

La globalizzazione è un fenomeno strettamente connesso al progresso tecnologico legato alla terza rivoluzione industriale. Secondo alcuni studiosi globalizzazione vuole dire aumento del divario tra paesi ricchi e paesi poveri, altre scuole di pensiero sostengono invece che l’internazionalizzazione è l’unica possibilità di salvezza e di crescita per i paesi in via di sviluppo.
L’informatica è l’elemento caratterizzante della società digitale. Questo eccezionale strumento da un lato ha permesso la risoluzione di molti problemi, dall’altro ha generato, almeno in alcuni contesti, una contrazione dell’offerta di lavoro. L’informazione su rete ha permesso l’allargamento dei mercati e con esso un aumento della produzione; l’offerta e la domanda di lavoro, l’amministrazione e il controllo dei flussi produttivi sono ormai gestiti tramite la rete.
La concorrenza sta diventando più spietata, rapida, aggressiva grazie al computer. La differenza tra i fornitori non si misura più per la qualità dei prodotti/servizi o dal livello dei prezzi, ma in base alla combinazione vincente, costruita su efficaci procedure di acquisto, consegne rapide, prezzi bassi e soprattutto soddisfacimento delle aspettative del cliente. Apertura verso nuovi mercati internazionali, una politica della concorrenza sempre più spietata, capacità di organizzarsi nell’ambito di grandi concentrazioni, è quanto occorre ad un’azienda per essere competitiva e avere la possibilità di investire nello sviluppo delle conoscenze. Internet e il satellite cancellano i confini e le barriere nazionali, il terreno su cui le imprese dovranno confrontarsi, è il mondo.
La globalizzazione «volta le spalle» ai valori tradizionali, come «nazione» e «posto fisso», sostituendoli con altri che sono diventati fattori di successo, quali: la conoscenza, l’intraprendenza, la conoscenza trasversale.

Puntate integrali