Seguici    
Accedi
 

Memex: Galileo

L`aria. Cos`è?

L'aria. Tutti pensiamo di sapere cosa sia. Ma ne siamo davvero certi? Quella che respiriamo è costituita da un miscuglio di gas e di particelle solide e liquide. 
Se si prescinde dal vapore acqueo, dal pulviscolo atmosferico e da altri componenti variabili, il resto della la composizione dell’aria è praticamente costante. L’azoto e l’ossigeno, rispettivamente pari al 78% e al 20,95% in volume, sono i due componenti principali dell’atmosfera. L’azoto è un gas incolore, inodore e inerte che non partecipa ai processi vitali, a differenza dell’ossigeno. L’ossigeno presente nell’aria è quasi interamente di origine biologica e viene prodotto dagli organismi autotrofi grazie alla fotosintesi clorofilliana.
Il restante 1% è costituito per lo 0,93%  da argon, un gas inerte, e per lo  0,03% da anidride carbonica, di origine naturale o generata dall’inquinamento umano.
Lo 0,01% e costituito da altri gas: neon, kripton, xenon, idrogeno, ed altri ancora.
Uno di componenti più importanti dell’atmosfera è il vapore acqueo, che deriva dall’evaporazione delle acque di laghi, mari e fiumi.
Oltre a essere all’origine di nubi e precipitazioni, come l’anidride carbonica, il vapore acqueo ha la capacità di assorbire l’energia termica irradiata dalla Terra.
Nell'aria però c'è anche una componente granulosa: è il pulviscolo atmosferico, che favorisce la condensazione del vapore acqueo e per questo è fondamentale nel processo di formazione delle nubi e della nebbia, oltre ad essere la ragione  della grande varietà di colori e sfumature che caratterizzano albe e tramonti.

Puntate integrali

Estratti

Tags

aria|gas|Valerio Rossi Albertiniaria gas Valerio Rossi Albertini

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo