Seguici    
Accedi
 

Memex: Galileo

Memex: Galileo (pt.30)

Che cosa sappiamo della materia oscura, una materia che non si può osservare grazie ai telescopi e che non emette né assorbe luce? Ce lo spiega - nei suggestivi spazi della mostra “Gravity. Immaginare l’Universo dopo Einstein” allestita al MAXXI, il Museo nazionale delle Arti del XXI secolo di Roma - l’astrofisico Amedeo Balbi.

È possibile “misurare” l’effetto dei cibi sul DNA e quindi disegnare un percorso alimentare idoneo, in grado di rallentare o posticipare il processo di invecchiamento? Ne parla in studio, insieme a Valerio Rossi Albertini, Pier Giuseppe Pelicci - Direttore di Ricerca dell’Istituto Europeo di Oncologia – affrontando il tema “Smartfood e longevity” grazie all’analisi del legame tra i cibi intelligenti e i geni dell’invecchiamento. Le prospettive di queste conoscenze scientifiche si stanno rivelando sorprendenti.

Il viaggio nella Scienza continua esplorando l’universo tecnologico della robotica grazie alla rubrica condotta da Rosario Sorbello, condirettore del Robotics Lab di Palermo, che ci racconta come i robot possano essere di ausilio alle attività quotidiane dell’uomo attraverso la robotica sociale, ovvero l’utilizzo di software in grado di esibire emozioni, interagire con persone e simulare coscienze.

Incontriamo anche Fulvio Boano (Dipartimento di Ingegneria dell'Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture del Politecnico di Torino) che ci espone il progetto di ricerca “Supergreen”, il cui obiettivo è quello di utilizzare i muri verdi - pareti verticali con elementi vegetali che sfruttano spazi inutilizzati - per il trattamento delle acque grigie. In altre parole? Depurare l’acqua grazie ai muri vegetali. In questa puntata di Memex “Galileo” parliamo anche di IgNobel e lo facciamo con l’astrofisico Luca Perri che ci racconta l’IgNobel per la Biologia.

Puntate integrali

Estratti

Tags

memex galileo|rai scienze|Valerio Rossi Albertinimemex galileo rai scienze Valerio Rossi Albertini

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo