Seguici    
Accedi
 

Memex: Galileo

Memex: Galileo (pt.62)

 

L’uomo è in grado di identificare e capire più di 300 parole al minuto mentre legge e può riconoscere 15 lettere con un solo colpo d’occhio in meno di un quarto di secondo: come riesce il nostro cervello a diventare così abile e veloce? Ne parliamo con Davide Crepaldi, docente di Neuroscienze Cognitive presso la SISSA di Trieste.
Perché dormiamo? Con Michele Bellesi, ricercatore dell’Università Politecnica delle Marche, Valerio Rossi Albertini dialoga sugli effetti del riposo sul cervello a partire da un’interessante ricerca condotta dall'Università del Wisconsin-Madison in collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche e l'Università di San Diego negli Stati Uniti.

Parliamo poi di acqua e di pianeti con l’astronomo Roberto Ragazzoni (Osservatorio Astronomico di Padova – Inaf) e insieme alla matematica Claudia Bianchi scopriamo di più sulla nostra capacità di proiettarci nel futuro grazie - tra gli altri - al “tasso di sconto temporale” e allo “sconto iperbolico”.

Infine, la rubrica dell’astrofisico Luca Perri – dagli spazi del Teatro "La Conventicola degli Ultramoderni" di Roma – che oggi è dedicata all’IgNobel per la Fisica a Dorian Raymer dell'Osservatorio Oceanico all'Istituto Scripps di Oceanografia negli Stati Uniti e a Douglas Smith dell'Università della California, San Diego, Stati Uniti.

Per rivedere tutte le puntate di Galileo clicca qui

Puntate integrali

Estratti

Tags

Anna Pancaldi|memex galileo|rai scuolaAnna Pancaldi memex galileo rai scuola

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo