Seguici    
Accedi
 
 Shakespeare - Everlasting Sonnets

Shakespeare - Everlasting Sonnets

Shakespeare - Everlasting Sonnets

I sonetti di Shakespeare, forse meno conosciuti delle grandi opere teatrali, svelano una sensibilità poetica e una capacità evocativa che emoziona e commuove il lettore moderno come quello di 400 anni fa. Riscoprire il valore profondo dei sonetti shakespeariani è un modo per conoscere gli aspetti più segreti del grande autore inglese e insieme apprezzare la modernità di uno stile poetico che rifiuta il lirismo fine a se stesso per puntare direttamente al cuore.

Le tematiche più rilevanti che emergono dal corpus dei sonetti sono l’immagine ingannevole, mutevole e illusoria della realtà; il tempo che segna l'inesorabile avanzare verso la morte; il senso dell’eterno; l’amore e la poesia nei quali si avverte il brivido di eternità e la speranza per l’uomo di sottrarsi al proprio destino di inconoscibilità e di morte. Proprio ai sonetti dove queste tematiche emergono con maggior forza e originalità è dedicato il programma “SHAKESPEARE – Everlasting Sonnets” in 6 puntate di circa 10’. Il programma fa parte del progetto INGLESE di Rai Scuola finalizzato all'apprendimento e alla divulgazione della lingua e cultura inglese.

Un attore madrelingua interpreta alcuni dei sonetti shakespeariani recitandoli in lingua originale, in una location di grande impatto come il parco dell’ex manicomio Santa Maria della Pietà a Roma, dove artisti contemporanei hanno realizzato una serie di murales artistici. La particolare capacità evocativa dei luoghi è tale da conferire ai sonetti stessi un’ulteriore valenza di significato e suggestioni capaci di esaltare la bellezza e la profondità dei versi di Shakespeare. La modernità spiazzante e provocatoria dei murales crea un contrasto con la classicità dei versi shakespeariani, così come l’immagine e l’interpretazione del venticinquenne David Jones spogliano i sonetti di ogni retorica per farli risuonare in tutta la loro sorprendente attualità.

La scelta dei sonetti (12 in tutto) è stata fatta tra quelli che vengono definiti “i sonetti dell’immortalità” ovvero quelli incentrati sulla caducità delle cose terrene e sul bisogno di eternità dell’uomo. In particolare i sonetti proposti sono quelli contraddistinti dai numeri: 15, 18, 19, 24, 55, 60, 63, 64, 74, 81, 104 e 116.

I sonetti sono distribuiti in modo ragionato in base alle tematiche, in 6 puntate di circa 15 minuti ciascuna (due sonetti a puntata). A condurci in questo viaggio nel mondo dei sonetti Shakespeariani è Maria Del Sapio Garbero professore ordinario di Letteratura Inglese presso l’Università Roma Tre. In ciascuna puntata la prof.ssa Del Sapio dà elementi essenziali per la comprensione dell’opera Shakespeariana, sviluppando un commento critico sui sonetti recitati nella puntata.

 

CREDITS

Un programma di DANIELA DELFINI e DAVID EMMER

Con DAVID JONES

consulente scientifico MARIA DEL SAPIO GARBERO

produttore esecutivo LIVIA LAURIOLA