Seguici    
Accedi
 

Digital World

Ugo Gregoretti - Vespa e Lambretta. Miti italiani

Ospite in studio di Ugo Gregoretti a Lezioni di Design è il semiologo Ugo Volli. L'esperto sottolinea il valore simbolico della Vespa che, nel momento della nascita della società dei consumi, rappresentava la libertà, il desiderio di muoversi e viaggiare, lo spirito di aggregazione sociale dei giovani. In studio sono visibili alcuni modelli di Vespa, dalla prima degli anni Cinquanta, all'ultima nata in casa Piaggio, ma anche la prima Lambretta della Innocenti. Volli nota come il successo della Vespa nel tempo, molto più che per la sua diretta concorrente, sia dovuto in larga parte anche alla pubblicità e agli slogan ("chi Vespa mangia la mela" ecc.), sempre azzeccatissimi.

Nel 1945 Enrico Piaggio, per riconvertire la sua industria aeronautica di tipo militare, decide di mettere in produzione un motoveicolo maneggevole e confortevole, che potesse essere guidato da tutti. Nasce così la Vespa, progettata da Corradino d'Ascanio. Il successo è tale che già nel 1956 ne vengono prodotti un milione di esemplari.
Quasi immediata è la risposta della Innocenti: da un'idea dell'ingegner Cesare Pallavicino nasce la Lambretta, che utilizza una specialità dell'azienda milanese, il tubo d'acciaio di grande sezione.

Puntate integrali