Seguici    
Accedi
 

Anniversario della Strage di Capaci

Il 23 maggio 1992 sull'autostrada A29, nei pressi dello svincolo di Capaci nel territorio comunale di Isola delle Femmine, a pochi chilometri da Palermo, in uno spaventoso attentato mafioso persero la vita il magistrato antimafia Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo, e tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro. Sopravvissero alla strage gli agenti Paolo Capuzza, Angelo Corbo, Gaspare Cervello e l'autista giudiziario Giuseppe Costanza.

Nello Speciale di Rai Scuola dedicato alla Strage di Capaci, i contributi realizzati in occasione del ventennale con le voci di Pietro Grasso, Piero Calabrò, Maurizio de Lucia, Enrico Ruggeri, Piero Fassino; un'intervista alla sorella del giudice Falcone Maria Falcone e il video Con la schiena dritta che ricorda la figura del giudice Antonino Caponnetto e le sue reazioni a caldo all'indomani della strage. Inoltre, per meglio ricostruire il profilo umano e professionale di Giovanni Falcone, una puntata de Il tempo e la Storia (Rai Storia), Giovanni Falcone: una vita contro la mafia e, sempre dal programma Il tempo e la storia, una ricostruzione dell'attentato dal titolo La strage di Capaci. Una delle ultime interviste rilasciate da Falcone prima di morire nel programma La cartolina illustrata del 1991: Andrea Barbato colloquia per 8 minuti con il magistrato siciliano sulle nuove strategie messe in campo dallo Stato per sconfiggere le cosche. In più, un omaggio alle altre vittime dell'attentato nel filmato Uomini e donne a Capaci e a via D'Amelio.

LE UNIVERSITÀ PER LA LEGALITÀ

Nel 2017 in occasione del 25° anniversario della Strage, oltre alle esperienze degli Istituti Scolastici di tutta Italia, a Palermo è stato avviato un percorso di diffusione della cultura della legalità portato avanti anche dal mondo universitario italiano.

Un percorso iniziato proprio a Palermo, nel 2016 in Aula Bunker, quando fu sottoscritto un protocollo d’intesa tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane e la Fondazione Falcone.

I progetti svolti hanno visto come protagonisti proprio gli studenti universitari provenienti da 19 Atenei di tutta Italia che il 22 e 23 maggio 2017, con una delegazione di circa 100 studenti, si sono riuniti a Palermo per confrontarsi sui percorsi di diffusione dei valori della legalità e dei principi della sana convivenza civile tra le nuove generazioni.

Gli universitari rappresentano, nell’ambito delle iniziative organizzate per il 25° Anniversario delle Stragi, proprio quella generazione nata tra la montagna sventrata di Capaci e la città distrutta di Via D’Amelio.

Nello specifico gli studenti universitari sono stati coinvolti, nell’ambito del progetto “Le Università per la Legalità”, attraverso le seguenti iniziative:

  • 22 maggio 2017, ore 09:00 (Rettorato Università di Palermo) – briefing tra le delegazioni aderenti alla CALL 2017 ed i rappresentanti del MIUR, del CNSU, della CRUI e della Fondazione Falcone.
  • 22 maggio 2017, ore 19:30 (Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo) – evento musicale “Un concerto per Falcone e Borsellino” per estendere gli intenti del protocollo d’intesa 2016 a tutto il mondo dell’Alta Formazione.
  • 23 maggio 2017, ore 09:00 (Facoltà di Giurisprudenza Università di Palermo) – in contemporanea con quanto accadrà in Aula Bunker gli universitari si incontreranno per la presentazione dei progetti degli Atenei e per individuare l’Università che ospiterà l’edizione 2018 del progetto prima di unirsi nel pomeriggio al tradizionale corteo che terminerà sotto l’Albero Falcone.

Per l'occasioneda RAI CULTURA-RAI SCUOLA ha realizzato un documentario.