Seguici    
Accedi
 

Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo: la staffetta di scrittura creativa

La Staffetta di Scrittura BIMED (Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo) è un progetto realizzato annualmente che coinvolge decine di scuole ed enti locali di tutta Italia. Attraverso di esso si creano relazioni tra piccoli comuni e città più o meno grandi, realtà del Nord, del Centro e del Sud Italia e altre realtà europee e non, come la Scuola Italiana di Madrid, di Barcellona, di Buenos Aires, di Bogotà, di Tunisi.

La Staffetta, composta da  dieci squadre dello stesso grado di scuola, è una storia scritta a più mani. Gli allievi che devono scrivere un capitolo, per arrivare al risultato finale, devono confrontarsi, fare sintesi e arrivare, in un determinato periodo di tempo, a un unico testo condiviso in coerenza con quanto è giunto da soggetti esterni: l’incipit dello scrittore – un professionista della scrittura e della narrazione – o il testo elaborato da un’altra classe. Ogni capitolo è uno spaccato di territori diversi ed è in qualche modo espressione della realtà da cui proviene.

BIMED, al termine delle staffette, pubblica i racconti realizzati per la Collana “Raccontiadiecimilamani”. La Staffetta impegna anche un Tutor, che è garante delle articolazioni del processo.

Rai Cultura, media partner dell’iniziativa, segue l’edizione 2017-2018. Il primo servizio è stato realizzato a Battipaglia il 19 ottobre 2017, in una fase preparatoria della Staffetta; gli altri tre a Salerno il 13 e il 14 Dicembre 2017 e  documentano una serie di attività che vanno in parallelo con la staffetta: laboratori tenuti da scrittori ed esperti con i ragazzi: “Il cuore di Don Chisciotte” di Gek Tessaro; “Rime e storie fatte bene fanno bene” di BrunoTognolini; “Arte avventura” e “Chi sei” di Claudia Ferralori; “La staffetta delle staffette” di Maria Agostini e Domenico Notari. Attività ludiche che rafforzano l'insegnamento, scardinando la vecchia concezione della scuola come somministrazione di contenuti.