Seguici    
Accedi
 

Fabiola Gianotti, un`italiana a capo del Cern di Ginevra

L’italiana Fabiola Gianotti è direttore generale del Cern di Ginevra dal primo gennaio 2016.

È la prima volta che una donna è a capo del laboratorio europeo di fisica delle particelle.

58 anni, nata a Roma ha studiato a Milano, è stata fra i protagonisti della scoperta del bosone di Higgs. Dal 1987 è parte del grande team del Cern: è tra i cervelli che hanno ideato e condotto «Atlas», uno dei mega-esperimenti lungo l’anello sotterraneo del Large Hadron Collider.

È stata nominata dal Director General Search Committee del Cern. Gli altri due fisici in corsa per la direzione erano il britannico Terry Wyatt, dell’università di Manchester, e l’olandese Frank Linde, direttore dell’Istituto nazionale di fisica subatomica (Nikhef) di Amsterdam.

Tra i primi a congratularsi con la Gianotti il premier Matteo Renzi con una telefonata. “Si tratta - ha, invece, detto il ministro dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini, - di un grande successo per la scienza italiana. Sono certa che Gianotti farà un ottimo lavoro”.

“Le auguro - continua il ministro - ulteriori grandi successi, oltre a quelli che ha già ottenuto nella sua brillante carriera. L’alto profilo della nostra scienziata e la reputazione che ha saputo conquistarsi sono stati determinanti per la sua elezione. A tutto questo si e’ aggiunto il lavoro di squadra del Ministero, della comunità scientifica italiana e del governo, a partire dalla giornata per i festeggiamenti dei 60 anni del Cern”.

In occasione di questo prestigioso riconoscimento, vi proponiamo di seguito una puntata di Nautilus che ha visto protagonista il direttore Gianotti.