Seguici    
Accedi
 

Futuro remoto: a Napoli piace la scienza in piazza

Futuro Remoto, il primo Festival della scienza d’Italia, nato a Napoli 31 anni fa, è tornato per il terzo anno consecutivo nel cuore della città, a Piazza Plebiscito. Il grande villaggio della scienza è stato dedicato quest’anno al tema Connessioni, perché generare incontri e connessioni è lo spirito che caratterizza l’intera manifestazione: una consolidata cooperazione, che si arricchisce ad ogni edizione, unendo, in un’occasione unica, i principali attori della cultura, della ricerca, della scienza, dell’università e dell’associazionismo locale e nazionale.
Mettere insieme l’eccellenza prodotta in ambito scientifico, culturale, e tecnologico a Napoli e in Campania e renderle omaggio in una 4 giorni di vetrina in piazza è stato infatti il senso di Futuro Remoto, perchè fare è importante, ma fare insieme lo è di più.

Grandi esperti scientifici, docenti universitari e giovani ricercatori sono infatti usciti dalle loro sedi abituali di lavoro per trasferirsi nel villaggio della scienza di Piazza del Plebiscito e confrontarsi con il grande pubblico. Così visitatori di tutte le età hanno avuto ancora una volta la possibilità di un faccia a faccia con la scienza, per approfondire i temi che riguardano la terra, l’ambiente, il mare, le energie rinnovabili, la robotica e il digital manufacturing e molto altro.