Seguici    
Accedi
 

LO SBARCO IN NORMANDIA. SECONDA GUERRA MONDIALE

Mentre sul fronte orientale i tedeschi subivano la pressione sovietica, per accelerare la fine del secondo conflitto mondiale gli anglo-americani decisero di aprire un secondo fronte, tornando in forze sul continente europeo. L`operazione di sbarco (denominata Overlord) sarebbe avvenuta il 6 Giugno 1944 tra la penisola del Cotentin e la foce dell`Orne in Normandia, dove i tedeschi avevano solo 10 divisioni. La preparazione allo sbarco fu accurata fino alle minuzie. I bombardamenti quotidiani a tappeto avevano messo in crisi le linee e le difese tedesche. L`aviazione tedesca era stata praticamente distrutta negli aeroporti.
L`operazione di sbarco, denominata "Overlord", si mise in moto dopo la mezzanotte del 5 giugno del ’44, con il lancio di due brigate di paracadutisti. Una aveva il compito di distruggere i ponti della valle del Dives, la seconda doveva assumere la difesa dell`Orne e dei ponti sul canale.
Intanto l`immensa flotta, la più formidabile mai riunita nella storia dell`umanità, si stava avvicinando alla Normandia. Su 2727 navi di ogni tipo erano caricati 2500 mezzi da sbarco. La scorta era formata da 700 navi da guerra. L`unità di apre con l`intervento di Enzo Biagi, che introduce il tema dello sbarco, spiegando cosa fosse l`operazione Overlord e raccontando un aneddoto legato alla vita privata di Eisenhower.

Condividi lo speciale