Seguici    
Accedi
 

L` ITALIA ENTRA IN GUERRA: LO SCOPPIO DEL CONFLITTO. SECONDA GUERRA MONDIALE

Il documentario proposto in questa unità, avvalendosi di materiale d’archivio, ripercorre i primi mesi di guerra, dal 1° settembre 1939, che, con il discorso di Hitler alla Polonia, segna l’inizio del conflitto, fino al dicembre dello stesso anno.
Le immagini, commentate da una voce fuori campo, documentano l’invasione della Polonia, che si conclude il 28 settembre con il bombardamento e la caduta di Varsavia. Il 3 settembre Gran Bretagna e Francia hanno dichiarato guerra alla Germania. L’Italia fino al 10 giugno del 1940 non parteciperà al conflitto. La sua neutralità, chiamata non belligeranza, viene rappresentata dai cinegiornali Luce attraverso sequenze che mostrano una tranquilla vita cittadina, scandita dai soliti ritmi e da appuntamenti, di cui ora viene enfatizzata la “normalità”, come l’inizio dell’anno scolastico a Roma. Il regime, presentando l’Italia come un’isola felice, rivendica il merito della pace.
Intanto, lungo le linee fortificate Maginot e Sigfrido, francesi e tedeschi si fronteggiano senza attaccarsi, in un’attesa che sembra annullare le differenze e i ruoli. Sono i primi mesi della “dròle de guerre”, la “strana guerra”. Il 23 dicembre 1939, la Columbus, una nave mercantile tedesca, si affonda volontariamente per non cadere in mano nemica.

Condividi lo speciale