Seguici    
Accedi
 

LE IMPIEGATE STATALI NELL`ITALIA DEL 1959. IL LAVORO DELLE DONNE

L’audiovisivo propone un`inchiesta, condotta da Ugo Zatterin nel 1959, sull`occupazione femminile in Italia, facendo tappa presso gli enti pubblici.
Le centraliniste di Roma esemplificano la condizione delle impiegate statali, cui sono garantiti, oltre alla continuità del lavoro, uno stipendio pari a quello degli uomini, per uno stesso livello di inquadramento, e un ambiente di lavoro a norma di legge. Oltre alle operatrici è intervistato il capo dell`Ufficio Interurbane, che spiega gli accorgimenti utilizzati per rendere più confortevole il lavoro alle impiegate, come sale climatizzate, correzione acustica, settimana lavorativa di trentasei ore.
Altro settore dove la presenza femminile è in continua espansione è quello dell`insegnamento. Il massiccio ingresso delle donne nelle aule scolastiche suscita una certa perplessità nell`opinione pubblica. Un cultore di pedagogia, esprime i rischi che correrebbero i bambini che, durante tutto il ciclo educativo, s’imbattessero solo in insegnanti donne. Un discorso a parte meritano invece le maestre, giacché per i più piccoli si ritiene indispensabile la presenza femminile.