Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Pitagora: la scuola pitagorica

Giovanni Pugliese Carratelli, professore di storia della storiografia greca alla Scuola Normale Superiore di Pisa e accademico dei Lincei, in un’intervista, parla del bios pythagoricòs , il modo di vivere proprio dei pitagorici, e dello spirito che animava la scuola pitagorica. Avvalendosi delle informazioni contenute nelle Sentenze pitagoriche e nella Vita pitagorica di Aristosseno, l’unità audiovisiva descrive le diverse attività, non solo speculative, che scandivano le giornate dei filosofi (pare che Pitagora sia stato il primo ad usare il termine phílosophos).
Fondata a Crotone da Pitagora (Samo 575 a. C. ca. - Metaponto 490 a.C. ca.), la scuola ospitava una comunità di studiosi che, secondo la tradizione, al suo interno era composta da semplici uditori e dagli iniziati, l`èlite di coloro che partecipavano attivamente all`indagine filosofica e scientifica. I pitagorici si distinguevano dai naturalisti ionici per l’ispirazione religiosa da cui erano guidati.