Seguici    
Accedi
 

Jonathan Safran Foer e il suo Eccomi

Jonathan Safran Foer e il suo Eccomi

Jonathan Safran Foer è nato il 21 febbraio 1977 a Washington, D.C., figlio di Albert Foer, avvocato e presidente dell'American Antitrust Institute, e di Esther Safran Foer, figlia di sopravvissuti all'Olocausto in Polonia; anche i fratelli Franklin e Joshua sono scrittori.

Il suo Eccomi è un racconto ambientato a Washington, che intreccia una crisi familiare a un attacco dei paesi arabi contro Israele, interrogandosi sui temi dell’identità, della paternità e della cultura ebraica. Ha vinto il titolo di libro migliore del 2016 attribuito dalla giuria della Lettura, il supplemento culturale del Corriere della Sera.

Nello Speciale di Rai Letteratura, realizzato in occasione del viaggio a Milano di Safran Foer per ritirare il premio e partecipare all’anteprima di Tempo di Libri, abbiamo intervistato lo scrittore su Eccomi e abbiamo raccolto su questo romanzo i pareri di Chiara Valerio e Fabrizio Gifuni, che ci ha anche letto un brano dell’opera.

Jonathan Safran Foer: come ho scritto Eccomi

Jonathan Safran Foer: come ho scritto Eccomi

“Così tanti giorni di vita in comune. Così tante esperienze. Come avevano fatto a passare gli ultimi sedici anni a disimpararsi a vicenda? Come aveva fatto tutta la loro presenza a tradursi in assenza?“. Eccomi, il terzo romanzo di Jonathan Sfran Foer, tradotto da Irene Abigail Piccinini e pubblicato ...

Leggi tutto

Chiara Valerio: l`iperuranio di Jonathan Safran Foer

Chiara Valerio: l`iperuranio di Jonathan Safran Foer

Chiara Valerio vede al centro di Eccomi di Jonathan Safran Foe un uomo che misura la sua distanza dalle cose e dalle persone. Nell'iperuranio di Safran Foer ci sono i sentimenti umani che si consumano, perché i sentimenti cambiano. Jacob il protagonista del romanzo si chiede quale sia la natura dei rapporti ...

Leggi tutto