Tutti a Scuola

L' inaugurazione dell'anno scolastico 2021/2022

Lunedì 20 settembre 2021, si è svolta in diretta su Rai Uno alle 16.30, "Tutti a Scuola'' daII'ITTL Nautico di Pizzo Calabro (Vibo Valentia), Il consueto appuntamento che inaugura l’anno scolastico con il messaggio e la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e con l'intervento e presenza del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi.
Il programma, giunto alla 21esima edizione, realizzato da Rai in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e Rai Quirinale, ha previsto, tra l’altro, l’esibizione di studenti delle scuole di varie regioni Italiane, maggiormente distintisi in attività creative e di approfondimento culturale, durante il passato anno scolastico.
Protagoniste dell’evento sono state le scuole selezionate dal Ministero dell’Istruzione per aver realizzato i migliori percorsi didattici sui temi della legalità e della cittadinanza.
Con il videoclip “Diversi ma in fondo uguali” le bambine e i bambini dell’Istituto Comprensivo “5 Bologna” - Scuola secondaria di I grado “Testoni Fioravanti” di Bologna dimostrano come in un contesto multietnico la diversità possa essere vissuta al di fuori da stereotipi.
Le alunne e gli alunni dell’Istituto “I.O. Griselli” di Montescudaio (PI) promuovono una riflessione sui diritti dei bambini attraverso il canto e la recitazione.
L’Istituto Comprensivo “Jannuzzi - Mons. Di Donna” di Andria (BT) propongono una coreografia che esprime inclusione e fiducia sulle note di “Abbi cura di me” di Simone Cristicchi.
Le sbandieratrici dell’Istituto Comprensivo 2 Sant’Agata de’ Goti (BN) con il loro vessilli d’Italia e d’Europa pongono l’attenzione sul tema della cittadinanza, mentre le ragazze e i ragazzi dell’Istituto Omnicomprensivo Statale “Bruno - Vinci” di Nicotera (VV) raccontano come hanno ideato e realizzato “Bat Stick - le difficoltà non fan la differenza”, un bastone elettronico per persone ipovedenti.
Il lavoro del XIII Istituto Comprensivo “Archimede” di Siracusa ripercorre l’esperienza di vita e l'impegno di madri, mogli, sorelle di vittime di mafia, messaggere di legalità. Infine, con le studentesse e gli studenti dell’Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore “Paolo Frisi” di Milano, che hanno avuto la possibilità di formarsi con lo chef Davide Oldani, si è fatto un’incursione sul Made in Italy.

In diretta da Pizzo Calabro, località scelta appositamente come luogo simbolo della ripartenza scolastica, il messaggio che si vuol diffondere è che dopo mesi di didattica a distanza, studenti e professori si ritrovano per la ripresa con la stessa determinazione che ha portato ai successi dello sport italiano: dalla vittoria agli Europei di calcio fino alla pioggia di medaglie olimpiche e paralimpiche, per ritornare sui banchi con la voglia di vincere la sfida della vita.
Hanno partecipato artisti del mondo della musica, dello spettacolo, dello sport e della cultura. Tra gli sportivi anche alcuni campioni olimpici e paralimpici di Tokyo 2020, accompagnati dal Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Giovanni Malagò, e dal Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli: i velocisti Marcell Jacobs e Monica Contraffatto, la velista Caterina Banti, la nuotatrice Giulia Terzi, il nuotatore Stefano Raimondi, la tiratrice con l’arco Vincenza Petrilli e per il calcio il campione europeo Leonardo Spinazzola.
Tra gli ospiti musicali: i giovani dello Zecchino d’Oro, Tancredi e Massimo Ranieri, che hanno cantato dal vivo con un’orchestra di 25 elementi, composta dai migliori allievi dei conservatori d’Italia e diretta dal maestro Leonardo De Amicis.
Conducono Flavio Insinna e Andrea Delogu, mentre la regia è di Maurizio Ventriglia.