Brenno: "Guai ai vinti!"

Quando i Galli invasero Roma

Nel 300 a.C. i Galli di Brenno invadono Roma. La città è messa a ferro e fuoco, solo la rocca del Campidoglio resiste all`assedio per ben sette mesi. Infine, Brenno fa un patto: lascerà Roma, purché gli venga consegnata una quantità d`oro sufficiente a sollevare il piatto di una bilancia da lui predisposta, ma in realtà, truccata. Quando un senatore, vedendo che il piatto non si solleva mai, accusa di rubare sul peso, il capo gallo, gettando la spada sulla stessa bilancia, esclama: "Guai ai vinti!".