Luigi XIV e la sua corte

Il "Re sole" muore il 1° settembre 1715

Dal programma di Rai Storia firmato da Alessandro Barbero e Davide Savelli, il filmato Versailles, i misteri del re Sole racconta il grande sfarzo della vita di corte che circondava l'ambizioso sovrano francese Luigi XIV. La Reggia di Versailles in tutto il suo splendore grazie alle spettacolari ricostruzioni virtuali in 3D. 

E nella spettacolare residenza Luigi XIV, detto Re Sole, muore il 1° settembre del 1715. Nato nel 1638, Luigi eredita il trono prima ancora del compimento dei 5 anni di età. La fase iniziale del suo regno è fortemente connotata dalla figura del primo ministro, Cardinale Mazzarino e dalla rivolta dei nobili, nota come la fronda. Nel 1653 Mazzarino riesce ad avere la meglio sull’aristocrazia ribelle e inizia la costruzione di un imponente nuovo apparato amministrativo.

Alla morte di Mazzarino, nel 1661, Luigi concentra su di sé tutte le responsabilità di governo, continuando l’opera di accentramento dello stato ed esautorando il ruolo politico della nobiltà, che viene trasformata in classe cortigiana. Con Colbert, dà grande impulso alle manifatture, al commercio, alla marina, risana le finanze dello stato e vara una serie di riforme legislative. Dal 1667 Luigi XIV dà anche inizio a una serie di guerre, che da una parte segnano il passaggio dell’egemonia in Europa dagli Asburgo ai Borbone, espandendo i confini francesi ad est, e dall’altra finiscono per dissanguare le casse dello stato, vanificando molte delle riforme economiche e finanziarie varate durante il suo regno.