Assedio a Madrid. 1936 - 1939

La fine della Guerra Civile Spagnola

Le immagini raccontano, dal punto di vista del fronte repubblicano, il conflitto tra il legittimo governo democratico e le forze franchiste ribelli e sono tratte dalla mostra Assedio a Madrid. 1936 - 1939, la Guerra Civile Spagnola nelle immagini dell’Archivo Fotográfico de la Delegación de Propaganda y Prensa de Madrid durante la Guerra Civil, esposta nella primavera del 2017 e replicata nel 2019, in occasione dell'80° anniversario della caduta della capitale spagnola, negli spazi de la Casa di Vetro di Milano.

Autori della maggior parte delle foto selezionate sono Manuel Albero e Francisco Segovia, fondatori nel 1930 dell’agenzia fotografica Albero y Segovia Información Gráfica. Specializzati in fotografia sportiva, collaboratori di diverse testate giornalistiche, allo scoppio del conflitto divennero fotoreporter di guerra entrando nella storia della fotografia spagnola grazie alla qualità delle loro immagini. Per un tragico paradosso, le fotografie conservate nel fondo, realizzate per documentare l’aggressione fascista alla Repubblica, denunciare a tutto il mondo le conseguenze dei bombardamenti sulle città e mostrare le vittime civili da essi causate, furono utilizzate alla fine della guerra dal regime franchista per perseguire i miliziani repubblicani ritratti.

Per le scuole: insegnanti e studenti possono utilizzare le immagini anche via web (in slide show manuale) in completa autonomia nelle loro classi grazie all’innovativa offerta educational di History & Photography, un progetto rivolto al grande pubblico e alle scuole che ha l’obiettivo di raccontare la storia contemporanea attraverso la fotografia, valorizzando gli archivi storici fotografici (in particolare di fotoreportage), rendendoli fruibili soprattutto ai più giovani e, insieme, incentivando l’insegnamento della storia utilizzando il supporto visivo dell’immagine.