Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Le forme della luce

La visione
La luce è solo una piccola parte dello spettro elettromagnetico emesso dalle stelle.
Cosa succede quando la vediamo?

Il nostro occhio traduce in colori diversi le diverse lunghezze d’onda con cui la luce si manifesta. Tra le onde visibili, le più corte corrispondono al colore viola e, man mano che si allungano, vediamo il blu, il verde, il giallo, l’arancione e, infine, il rosso che è il colore corrispondente all’onda più lunga.

Un’altra curiosità: di un oggetto noi vediamo solo la luce che riflette e non vediamo la luce che assorbe. Ad esempio, noi vediamo le piante verdi perché le piante assorbono tutti i colori tranne il verde di cui restituiscono il riflesso.

Bianco e nero
Quando è presente l’intero spettro di colori, come nella luce piena del sole, noi vediamo l’insieme di tutti i colori mescolati che percepiamo come colore bianco.

Al contrario, in assenza totale di luce, il colore che vediamo è il nero e un oggetto ci appare nero quando assorbe tutti i colori.

L’arcobaleno
L’arcobaleno è dovuto al fenomeno di rifrazione della luce. La luce infatti devia il suo percorso quando passa da un materiale ad un altro, scegliendo la direzione a cui corrisponde il tempo minimo di percorrenza (principio di Fermat).  

I diversi colori che formano la luce del sole quindi impiegano tempi diversi per attraversare i corpi e ogni colore segue un percorso diverso: questo effetto causa la scomposizione dello spettro di luce bianca del sole nei colori che formano l’arcobaleno!

Vedi le altre puntate

RVM Nautilus

Talks

Nautilus Plus

Talks

Nautilus Plus