Seguici    
Accedi
 

Rossana Dedola: Grazia Deledda scrittrice europea

A Grazia Deledda, Rossana Dedola, dedica un’appassionata biografia, Grazia Deledda I luoghi gli amori le opere (Avagliano) che, oltre a inserire la scrittrice sarda all’interno di una fitta rete di rapporti culturali (fu amica di Federigo Tozzi, Marino Moretti, Matilde Serao, Eleonora Duse, Emilio Cecchi e tanti altri), racconta la sua vita familiare (il marito Palmiro, conosciuto una sera a teatro a Cagliari e sposato due mesi dopo, i due figli seguiti sempre con immenso affetto). Dal libro di Dedola emerge il ritratto di ritratto di una donna forte e spiritosa, innamorata della letteratura, aperta al mondo (leggeva moltissimi scrittori stranieri; scriveva a tutti, scrisse persino una lettera a Tolstoj). Da ragazza la osteggiavano perché era fissata con i libri, da vincitrice del Nobel subì pesanti ostracismi, ma lei andava avanti per la sua strada con una grande consapevolezza di sé (scrisse: “ho avuto tutte le cose che una donna può chiedere al suo destino”).

 

In questa intervista, realizzata in occasione dell’inaugurazione dello spazio permanente dedicato a Grazia Deledda dalla Biblioteca Nazionale di Roma, Rossana Dedola traccia un breve profilo della scrittrice a partire dal suo legame con la città di Roma, dove passò la maggior parte della sua vita.

Rossana Dedola è nata a Sassari. Ha studiato a Pisa e Zurigo. Ricercatrice alla Scuola Normale Superiore di Pisa, è analista didatta, supervisore e docente presso l’Interational School of Analythical Psychology di Zurigo. Ha pubblicato tra gli altri La via dei simboli, Psicologia analitica e letteratura italiana (1992), Introduzione a Vivian Lamarque, Poesie (1972-2002) (2002), Pinocchio e Collodi (2002), Storie sotto il cielo e sotto il mare, con le illustrazioni di Anna Curti (2002), Il Re che amava le rime, con le tavole di Gioxe De Micheli (2003), La valigia delle Indie e altri bagagli, Racconti di viaggiatori illustri (2006), Pinocchio in volo tra immagini e letterature (2008), Paglierina Testadipaglia, con le illustrazioni di Martia Coviello (2010), Roberto Innocenti. La mia vita in una fiaba, Della Porta (in francese da Gallimard e in spagnolo da Kalandraka). Da Avagliano è uscito Giuseppe Pontiggia. La letteratura e le cose essenziali che ci riguardano, con prefazione di Giancarlo Ravasi. Ha curato Blandiana Anedda Gisiger Mezzaqui, Incollare mondi cucire parole, ETS Pisa.

Vedi le altre puntate