Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Italian Internet Day

Italian Internet Day

Il giorno in cui l’Italia scoprì Internet era il 30 aprile 1986: il segnale, partito dal Centro universitario per il calcolo elettronico (CNUCE) di Pisa, è arrivato alla stazione di Roaring Creek, in Pennsylvania. Da li è cominciata una storia, una storia: attraverso una serie di approfondimenti vogliamo raccontarvi cosa è stato e cosa sarà Internet, attraversando in modo trasversale la storia, l'economia, l'arte, la tecnologia. E forse mai nessuno, come Tim Berners-Lee, co-inventore insieme a Robert Cailliau del World Wide Web, ha colto pienamente il senso di cosa sia Internet oggi.

"Sul Web dovremmo essere in grado non solo di trovare ogni tipo di documento, ma anche di crearne, e facilmente. Non solo di seguire i link, ma di crearli, tra ogni genere di media. Non solo di interagire con gli altri, ma di creare con gli altri. L'intercreatività vuol dire fare insieme cose o risolvere insieme problemi. Se l'interattività non significa soltanto stare seduti passivamente davanti a uno schermo, allora l'intercreatività non significa solo starsene seduti di fronte a qualcosa di interattivo" Tim Berners Lee .

La scuola protagonista dell'Internet Day

Il 29 aprile sono previste iniziative in tutto il Paese e il Ministero dell'Istruzione, chiama le scuole a partecipare organizzando eventi e momenti di studio per approfondire il ruolo di Internet nella società. Con particolare riguardo al suo valore formativo ed educativo, alle sue potenzialità e alla necessità di un suo uso consapevole. Le iniziative saranno coerenti con le azioni e gli obiettivi del Piano Nazionale per la Scuola Digitale e prevedono il coinvolgimento diretto degli animatori digitali, i referenti scolastici per l'innovazione.

Le scuole potranno segnalare i loro eventi sul sito http://italianinternetday.it/ e potranno partecipare al concorso #internetdayatschool lanciato per questa specifica occasione. Le migliori tre proposte di attività, documentate attraverso un videoclip della durata massima di 180 secondi da produrre secondo le modalità indicate nel regolamento, riceveranno un premio di 5.000 euro da destinare alla realizzazione di un Internet Corner in uno spazio comune della propria scuola o al pagamento del canone per la connessione a internet per un anno.

Le scuole potranno sviluppare liberamente le proprie attività. Ma il Ministero, per agevolarne l'ideazione, ha deciso di fornire un "kit" con alcune indicazioni, proposte e spunti utili. Si va dalle attività di "Public Speaking", attraverso le attività formative in partnership con TED (www.tedxyouthbologna.com), alla campagna nazionale "I Super Errori" promossa dal consorzio Generazioni Connesse (www.generazioniconnesse.it), passando per "Internetopoli" (www.internetopoli.it), il gioco didattico multimediale che illustra agli studenti le tematiche più importanti legate al mondo di internet.

Del kit fanno parte anche le attività di "Programma il Futuro", l'iniziativa MIUR-CINI per la promozione del pensiero computazionale. Per l'occasione, sul sito www.programmailfuturo.it, sarà pubblicata una sezione dedicata alla presentazione delle tecnologie che stanno alla base di Internet anche per sperimentare cosa significa programmare la Rete di domani.

Infine, nel kit, è stata inserita una iniziativa sulla Dichiarazione dei diritti in Internet, documento approvato dalla Commissione per i diritti e doveri relativi a Internet della Camera dei Deputati, fondamentale per sensibilizzare all'esercizio di una cittadinanza digitale attiva nel rispetto della libertà, della dignità e della diversità di ogni persona.

Italian Internet Day: la mappa interattiva degli eventi 

Sul sito Italian Internet Day è pubblicata una mappa interattiva che rappresenta graficamente la partecipazione delle scuole all’evento e di tutti gli altri eventi organizzati nel Paese. Inoltre, saranno possibili la visione e il download del documentario “Login. Il giorno in cui l’Italia scoprì Internet” – scritto da Riccardo Luna e diretto da Alice Tomassini – che racconta la storia della prima connessione fra Pisa e gli Stati Uniti il 30 aprile del 1986. Il video sarà disponibile per tutti in versione ridotta (10 minuti invece di 52) sul web a partire dal 28 aprile.

La versione integrale andrà in onda in prima visione su Rai5 alle ore 20.00 del 29 aprile.

Al posto tuo: così web e robot ci stanno rubando il lavoro

Al posto tuo: così web e robot ci stanno rubando il lavoro

Le macchine hanno sempre rimpiazzato gli uomini. Prima però lo facevano nei compiti pesanti, colpendo i colletti blu. Ora sostituiscono il lavoro dei colletti bianchi. In passato l'aumento della produttività dato dalla tecnologia si trasformava in piú ricchezza per la società: se uno perdeva il lavoro ...

Leggi tutto

Il turismo digitale: ecco a che punto siamo

Il turismo digitale: ecco a che punto siamo

La spesa digitale degli italiani per il turismo, secondo i dati dell’ Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo del Politecnico di Milano, si attesta attorno ai 7 miliardi e ammonta al 22% della spesa totale (31,5 miliardi, escluso l'incoming e cioè la spesa di turisti stranieri in viaggio in ...

Leggi tutto

Eco della Storia - 25 anni di web

Eco della Storia - 25 anni di web

  Steve Jobs, Bill Gates, Mark Zuckerberg, guru mondiali dei computer e dell’informatica. Ma la rete internet nasce per un’intuizione di un trentenne ricercatore britannico che nel 1989 lavorava al Cern di Ginevra, Tim Bernes-Lee e la sua creatura è il WORLD WIDE WEB, la grande ragnatela sulla ...

Leggi tutto

Vi presento il wifi...

Vi presento il wifi...

La tecnologia ha fatto passi da gigante negli ultimi anni, e li ha fatti così velocemente che ormai tendiamo a dimenticare che un tempo quelle possibilità ci erano sconosciute. Oggi ve ne forniamo un esempio: l'introduzione del wifi. Ecco come Steve Jobs, nel 1999, presentò la nuova tecnologia senza ...

Leggi tutto

La diffusione del World Wide Web

La diffusione del World Wide Web

Il CERN mette gratuitamente a disposizione del pubblico il World Wide Web, finora utilizzato dalla sola comunita’ scientifica. Il CERN rinuncia a qualsiasi tipo di diritto sul software inventato, qualche anno prima, da Tim Berners-Lee. La gratuita’ e la semplicita’ d’utilizzo, nel giro di pochi anni, ...

Leggi tutto