Pearl Harbor, una guerra senza preavviso

Una strategia militare

 

La mattina del 7 dicembre 1941, più di 350 aerei giapponesi distruggono la Pacific Fleet statunitense presso la base di Pearl Harbor, nell’arcipelago hawaiano

Il sociologo Giuseppe De Rita, racconta Pearl Harbor, una guerra iniziata senza mai essere annunciata. Pearl Harbor fu una vera aggressione e per certi versi, l'esempio di un periodo, quello della Seconda guerra mondiale, dove venivano inaugurati gli attacchi veloci e a sorpresa.

Il modello strategico è tedesco, la blitzkrieg, la guerra lampo dei carri armati che arrivavano senza preavviso

Diversa la situazione della Prima guerra mondiale, quella che dal 1915 al '18, per tre anni e più, mise in moto le diplomazie europee per scagliare dichiarazioni di guerra preparate mesi prima. L'attacco a sorpresa è stato un frutto, amaro, della Seconda guerra mondiale, l’anticamera all’idea di massacro, tipica delle guerre di banda.