Stalinismo: la collettivizzazione forzata

Servendosi di materiale documentario proveniente dagli archivi sovietici, il giornalista Arrigo Levi ci mostra l’esaltazione di Stalin (1879-1953), dopo il suo trionfo su tutti gli altri eredi di Lenin (1870 – 1924), e commenta i provvedimenti che questi adottò, per costringere i contadini a partecipare alla collettivizzazione delle terre, con le conseguenze che questa manovra provocò, sul piano economico. Filmati straordinari, per la loro rarità e crudezza, mostrano processi esemplari celebrati contro i "nuovi nemici di classe", i contadini e i piccoli commercianti. Si vedono immagini di deportazioni, la cui percentuale raggiunse, in alcune regioni, il 20-25% dei contadini; soldati che requisiscono le derrate alimentari, che questi cercavano di nascondere; l`incendio di villaggi come monito ai ribelli; le riunioni organizzate per cercare di convincere i contadini a aderire alla collettivizzazione.